Archivi categoria: vacanze

Sainte Jeanne d’Arc

Giovanna d’Arco

( Paola Pallottino – Angelo Branduardi)

L’Angelo Michele, primo, ti parlò,
la seconda voce fu di Margherita,
quando Caterina, infine, ti chiamò
scese un’ombra d’oro sopra la tua vita.
Non ascoltare, aspetta
non ascoltare più,
piede che sfiora l’erba
più non ritornerà,
ma la tua gola ride:
solo mon Dieu, mon Roi.
Cantano le voci chiuse dentro te :
“Una contadina darà il trono a un re!”
Una spada, un elmo ed un cavallo avrai,
i capelli a ciocche taglierai leggera,
poi tutta di ferro ti rivestirai
sui fianchi di giglio, sulla croce nera.
Il fumo, il sangue, il fango
l’alba li accenderà,
al fuoco, al fuoco, brucia!
Che cosa brucerà?
Il bosco sta bruciando,
brucia la verità.
Cantano feroci chiuse dentro te:
“Una contadina ha dato il trono a un re!”

3 commenti

Archiviato in vacanze

Festival scuola paritaria cattolica

scuola-paritaria-161010

Domenica 16 ottobre 2010 si terrà in Piazza Castello a Torino il Festival della Scuola Paritaria Cattolica.

Dalle 11 di mattina fino a sera ci saranno stand informativi, concerti, animazione per i piccoli.

Qui trovate il volantino.

Noi ci saremo, a qualche ora, tra un compito e una partita di calcio, ma ci saremo.

Lascia un commento

Archiviato in educazione, scuola, vacanze

Quarantadue

Li ho compiuti ieri.

Una giornata senza respiro, correndo per mille commissioni, il primo allenamento di Giorgio a calcio dopo la pausa estiva, una splendida torta ai frutti di bosco regalo di Giulia, un mazzo di fiori bianchi (as usual) dal mio splendido marito, i nonni a cena, tanti auguri mamma, un progetto di Giulia da prendere in considerazione, telefonate da fare e da ricevere, la posta da evadere che si accumula, un paio di clienti con urgenze urgentissime, come sempre. In giornata, tanto per non farmi mancare nulla, ho anche imparato a fare benzina al self-service e ho comprato un forno. Uff, è finita!

Passiamo ad oggi.

E’ ufficiale: le cartelle di tutti sono pronte. Ogni matita etichettata, ogni quaderno copertinato, i libri della grande rilegati (da lei medesima).

I sacchetti igienici debitamente accessoriati, i grembiuli di ognuno col suo nome ricamato. I cassetti della scuola riordinati, libri vecchi via, libri nuovi dentro.

Persino gli scaffali di Giulia, leggendari per la confusione che vi regna, oggi sono in perfetto ordine.

Negli ultimi giorni si gioca con Geomag, costruzioni in legno e animali della fattoria.

E’ stata una buona estate, piene di attività interessanti, di bei luoghi,  di momenti di vicinanza, i compiti sono praticamente finiti, tutti mi sembrano migliorati, chi ha imparato qualcosa, chi ha seguito una passione, chi ha tanto giocato.

Caterina, Giorgio e Marco hanno imparato ad andare sui pattini in linea. Marco ha anche tolto le rotelle alla bicicletta. Nel complesso è stata l’estate che volevo, anche se questo inizio di settembre con i bambini a casa e il lavoro a pieno ritmo mi sta erodendo una parte di calma conquistata.

Per oggi, però, voglio godermi il senso di pace che danno le cose già fatte, l’ordine provvisorio ottenuto. Domani, vedremo.

7 commenti

Archiviato in famiglia, feste, scuola, vacanze

Bilanci di mezza estate

Chissà perché, ogni anno l’estate è per me il momento dei bilanci, dei nuovi progetti…

Anche se ho superato i quarant’anni, risento ancora del ritmo della scuola (solo che ora si tratta della scuola frequentata dai miei figli). Ci sono persone che a Capodanno formulano propositi per l’anno che viene, io lo faccio verso fine agosto, con quella strana sensazione che si prova attendendo la prima giornata di mal tempo, i vestiti invernali nelle vetrine dei negozi, il materiale scolastico da preparare…

In questi giorni subisco il fascino oscuro di termini come space cleaning, home organizing, decluttering… Come se ci avviassimo verso un nuovo inizio (e, per quanto parziale, la partenza dell’anno scolastico è sempre a suo modo un nuovo inizio).

Abbiamo giornate molto destrutturate, anche se le vere vacanze sono finite. Io lavoro a basso regime, ai bimbi chiedo solo di svolgere un po’ di compiti delle vacanze ogni giorno. Sono giornate in parte inconcludenti, ma che sto cercando di godere al massimo. Non ho neppure voglia di fare fotografie, ne ripesco quindi alcune quasi a caso nel mio archivio.

Per il prossimo anno ho molte idee in via di definizione… ne parlerò forse tra un po’.

2 commenti

Archiviato in attività con i bambini, famiglia, gioco, scuola, vacanze

Luoghi

Alcuni luoghi visti:

 

 

San Benedetto…
 


…San Giuseppe…


…ancora Sainte-Madeleine, una foto panoramica e una all’alba…


…la strada per Suzette…

 

…gli scavi archeologici di Vaison la Romaine…
 


…Giorgio al Mont Ventoux (lui e il papà ci sono andati da soli, perché eravamo tutti terrorizzati dal mal di macchina)…

… serata di danze e musica celtica a Malaucène…


… Briançon, sulla strada del ritorno.
Per ora credo di aver finito il mio reportage provenzale, fino alla prossima volta!

Lascia un commento

Archiviato in famiglia, vacanze

Côté maison











Lascia un commento

Archiviato in casa, cibo, famiglia, vacanze

In famiglia

 

 















 

Siamo tornati dalle nostre splendide vacanze provenzali. Come ogni volta, non avrei voluto tornare. Non mi va di fare un diario dettagliato delle nostre attività, preferisco raggruppare le immagini raccolte attorno ad alcuni nuclei tematici: ho già iniziato nei giorni scorsi e penso che continuerò (se ne avrò il tempo) nei prossimi.
Intanto voglio ringraziare Daniela B. per avermi conferito un premio per aver trasmesso valori etici, culturali, letterari e personali tramite il blog (o almeno alcuni di questi!). Nei prossimi giorni tenterò di fare mente locale sui blog a cui potrei inoltrare a mia volta il premio, ma non prometto nulla: sono piena di bucato da fare prima che i bambini ripartano per il campeggio!

6 commenti

Archiviato in famiglia, vacanze