Non nascondere i talenti

Non dovete nascondere il vostro talento o tenere celate le vostre virtù. Desidero laici non irruenti nel parlare né litigiosi, ma persone che conoscano la propria religione, che la pratichino, che sappiano qual è il loro ruolo, che sappiano che cosa hanno e che cosa non hanno, che conoscano il loro credo tanto bene da poterlo diffondere. Desidero laici intelligenti e istruiti (…) Desidero che ampliate le vostre conoscenze, coltiviate la ragione, riflettiate sulla relazione di verità, impariate a vedere le cose così come sono, a capire in che modo la fede e la ragione sono in rapporto fra loro, quali sono le basi e i princìpi del cattolicesimo.

(Beato Card. John Henry Newman)

3 commenti

Archiviato in varie

3 risposte a “Non nascondere i talenti

  1. 61Angeloextralarge

    Grazie, Daniela, perché non conoscevo proprio questo testo.
    Quanto ha ragione! Dovremmo cercare di ascoltarlo, perché anche se una sola di queste cosa ci manca… siamo cistiani “sfasati” ed “incompleti”.

  2. Ciao Daniela,
    è interessantissimo l’argomento “Fede e ragione”.
    Noi cattolici siamo spesso accusati di non seguire la ragione.
    Mi è capitato, negli ultimi giorni, di imbattermi nel sito dell’unione atei e agnostici e di leggere un articolo, secondo me allucinante, (ma mi dicono che su Internet regna la libertà di pensiero), intitolato “Perchè Dio non esiste”. Un articolo che aveva come destinatari i piccoli, i bambini e che insisteva molto su questo argomento della ragione, delle prove dell’esistenza di Dio che non ci sarebbero.
    Sono rimasta scombussolata per giorni per l’arroganza con cui venivano fatte certe affermazioni.
    Forse l’autore dell’articolo avrebbe dovuto leggere le affermazioni del Cardinale Newman.
    Un abbraccio

    • perfectioconversationis

      Carissima Catia,
      purtroppo la ragione è una funzione che bisogna voler usare. Non voglio dire che sia una prerogativa specifica soltanto dei cattolici, ma certamente gli atei dell’UAAR sono i fedeli di una fede davvero cieca nella negazione di Dio, tanto irrazionali da essere ridicoli (una volta che passa la rabbia per certe loro affermazioni).
      L’argomento “fede e ragione”, oltre ad essere oggetto di una bellissima enciclica del beato Giovanni Paolo II, è uno degli argomenti portanti del Magistero del santo padre Benedetto XVI e secondo me è fondamentale per la formazione di un cattolico nei tempi attuali. La ragione non può arrivare a tutto ma, se usata correttamente, può costituire una solida base del vivere comune.
      Ricambio con gioia l’abbraccio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...