Advent checklist

Ieri, solennità di Cristo Re, si concludeva l’anno liturgico. Da domenica prossima inizierà il nuovo anno liturgico, con la prima domenica d’Avvento.

Dedicheremo questa settimana ai preparativi per l’Avvento.

(Foto: il nostro albero del 2009)

Per ora ho una semplice checklist:

– fare una corona dell’Avvento;

– controllare se lo sfondo del Presepe dell’anno scorso è ancora in buono stato, altrimenti dipingerne un altro;

– fare il Presepe;

– appendere le decorazioni in giro per casa;

– mettere la ghirlanda fuori dalla porta;

– preparare tutti i regalini/dolcetti/biglietti per il calendario dell’Avvento;

– appendere il calendario dell’Avvento;

– fare i biscotti di Natale

– fare l’albero di Natale.

Il tutto, possibilmente, entro l’8 dicembre (ma anche prima, perché i bambini scalpitano se non è tutto pronto al più presto).

Sono solo io che sogno questo periodo dell’anno come un momento intimo, raccolto, rallentato, e mi ritrovo a correre più del solito? Quest’anno vorrei davvero rallentare e godermi ogni dettaglio.


17 commenti

Archiviato in famiglia, feste

17 risposte a “Advent checklist

  1. Ti auguro di riuscire a rallentare, se questo é il tuo desiderio… Certo che la lista non é proprio corta.😉 Ti sei presa una settimana di ferie dal lavoro o riesci a fare tutto questo lo stesso?
    Per il senso di serenitá e l’atmosfera, credo che dipenda soprattutto con l’atteggiamento con il quale fare le cose. Se si fa con una certa ansia (ad esempio di non fare le cose in modo perfette) o con una sensazione di stress o con il pensiero “lo faccio perché lo devo fare”, allora é meglio lasciar perdere.
    Anche qui c’è qualcuno con la “febbre di festa di Natale”. Sandro ha ripreso a studiare le canzoni e le melodie da suonare con la chitarra e ormai siamo in piena atmosfera natalizia. Quasi devo litigare con lui perché vorrebbe accendere candeline dappertutto… e non siamo nemmeno alla prima domenica di avvento, eh!🙂
    Ti auguro dunque bellissimi momenti di tranquillitá e gioia durante i tuoi/vostri preparativi. A presto, e buona settimana!

    • perfectioconversationis

      Bene, vedo che non sono solo i miei ad essere impazienti!
      La verità è che non lo faccio “perché lo devo fare”, ma perché davvero mi riempie di gioia il cuore, più ancora dell’avere la casa decorata, il vedere la gioia e lo stupore dei bambini ogni anno!

  2. Anche la mia lista è piuttosta lunga, più o meno come quella dell’anno scorso…
    ma comincerò dalle cose più essenziali! buon lavoro Sara

    • perfectioconversationis

      Per fortuna alcune cose sono già pronte e solo da tirare fuori dalle scatole e rimettere in funzione!
      Per il resto, un po’ al giorno, giusto?

  3. Che bello!! Ti spiace se ti uso la lista ;-)? Condivido il tuo desiderio di intimità anche se tutto il mondo accelera… Forse potrei seguirlo solo il tempo necessario per scrollarmi di dosso il torpore autunnale :-)!

  4. Catia

    Noi milanesi siamo già in Avvento e in casa nostra è tradizione fare albero, presepe e decorare la casa già dalla prima domenica di questo periodo così particolare e sentito.
    Sottofondo delle nostre giornate è un cd di musiche natalizie con atmosfere ambient.
    Tutto sembra più lento, sereno e piacevole. O intimo come dici tu.
    La mia lista prevede solo la preparazione delle 24 storie di Natale che leggeremo insieme a partire dal 1° dicembre.
    Un abbraccio

    • perfectioconversationis

      Anch’io volevo fare qualcosa di simile, forse non proprio 24 storie, ma alternare storie e piccoli messaggi ai tradizionali regalini e dolcetti del calendario dell’Avvento. Posso chiederti dove cerchi il materiale? Che storie usi? Avrei tanto bisogno di qualche dritta…
      Un abbraccio anche a te

  5. Catia

    Alcune storie carine le ho trovate sul sito http://www.ilpaesedeibambinichesorridono.it
    Altre le ho “riesumate” da alcuni libricini che si trovavano in allegato a “Il Giornalino”.
    Non sono storie impegnative ma prima delle nostre preghiere e del piccolo esame di coscienza che ho proposto di fare a Matilde dall’inizio dell’Avvento (e che proseguirà anche dopo Natale naturalmente) possono andare benissimo.
    Buon Avvento!

  6. MrPotts

    Quanti anni sono che a vario titolo si corre e basta? Quanti anni sono che si spera ancora in un momento rallentato, di serena adesione a ciò che si ritiene importante? Non posso che augurartelo sinceramente.

  7. Quest’anno non riesco a vivere questo momento decorativo con gioia, lo penso come un impegno insormontabile, avrei voglia di cominciare a dormire il 23 dicembre e svegliarmi l’8 gennaio… sarà la stanchezza?! No, poi mi lascerò trasportare dalla gioia del Natale, dal Piccolo Bimbo che nasce e sarò lieta di dare vita alla casa con le luci e con le decorazioni….

    • perfectioconversationis

      A volte il trucco è pensare non alle cose da fare, ma alle persone con cui staremo.
      Vorrei fare il possibile per regalare ai miei figli dei ricordi felici da conservare per sempre.

  8. Quest’anno ho deciso di proporre la letttura di “Una luce nella lanterna”: una serie di 28 raccontini che diventano una specie di “calendario dell’Avvento”. Durante la lettura di questo libretto, viene costruito il presepe gradualmente, partendo dal mondo minerale, poi si passa a quello vegetale, animale e infine all’uomo.
    Ti ho mandato una mail con i dettagli.
    Mio figlio è un po’ grandino ma spero che possa apprezzare ancora questo tipo di spiritualità.
    Per il resto, ho tagliato parecchio gli impegni natalizi. Sopratutto regali e visite.

    • perfectioconversationis

      Grazie! Ho visto la mail e mi sembra un’attività splendida, ti risponderò comunque in privato.
      Per il resto, anch’io ho tagliato moltissimo: rimangono le mille mila festicciole scolastiche (casa mia è già un fermento di flauti, canti, poesie e recite da imparare a memoria). Per i regali, bimbi a parte, solo pochi e per di più seriali (un anno a tutti un pacco di prodotti monastici, un altro anno a tutti un calendario con le nostre foto di famiglia…). Non è per non considerare le persone, ma per non concentrarci sull’aspetto materialistico della festa.

  9. bianconiglia

    I miei addobbi di Natale dovranno aspettare ancora un po’: per tradizione ce ne occupiamo l’8 dicembre, ma quest’anno saremo via e quindi tutto viene rimandato al fine settimana dell’11. Anche per me è il periodo più bello e caldo dell’anno. Non vedo l’ora di riallestire il presepe: è un’impresa abbastanza titanica (cresce di anno in anno) e implica di sbaraccare un pezzo di salotto, ma è davvero una festa. Poi quest’anno il pranzo di Natale tocca da noi, e questo mi rende particolarmente felice. E anche da noi tra poco sarà tempo di letture di Natale. L’anno scorso abbiamo letto “Il dono dei Magi”, quest’anno volevo quasi azzardare il racconto di Natale di Buzzati: sarà troppo presto?

  10. Pingback: Il Presepe e otto teglie di biscotti | Perfectio Conversationis

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...