Di anniversari, cambiamenti e blogcandy

Il 3 settembre 2009 è iniziato il percorso di questo blog.

Non scrivo con regolarità, non sono un’appassionata di fotografia, tratto argomenti in parte diversi rispetto al mainstream delle mamme-blogger. Non avendo bambini piccolissimi, non parlo di primi passi, nanne, dentizione, prime parole… Non sono una homeschooler (anche se mi piacerebbe), le mie specialità non sono né il cucito, né il bricolage, che pure talvolta tento. Insomma, il blog è fatto a modo suo, cresciuto intorno a passioni e interessi personali, più per me stessa che per altri. Non è molto visitato, né commentato. Ma è una mia creatura, che vorrei migliorare per molti versi, che ho voluto e che tutto sommato rappresenta un frammento di me.

Per festeggiare l’anno di attività e per ringraziare chi un po’ mi segue, vi propongo il mio primo blogcandy. Le regole sono semplici:

1. rispondete a questo post (entro mezzanotte del 13 settembre), raccontando almeno tre cambiamenti (conquiste, novità…) avvenuti nelle vostre vite nell’ultimo anno e condividendo con chi passa tre propositi di cambiamento per il prossimo anno;

2. pubblicate due parole sul vostro blog, con un link a questo post;

3. il 14 settembre estrarrò il vincitore e lo renderò pubblico (vi chiederò per email il vostro indirizzo per spedirvi il premio).

Cosa scrivere?

Quello che per voi è significativo: avete iniziato uno sport, aspettate un bambino, avete cambiato lavoro? Avete traslocato, tinteggiato la casa, state per iniziare una dieta? Non importa quanto siano piccole le cose che raccontate, è essenziale però che siano importanti per voi.

Cosa si vince?

A sua scelta, il vincitore potrà richiedere uno dei seguenti premi, da me scelti perché – nella loro varietà – rappresentano alcune delle anime del blog:

Shapemaker, un gioco dal design splendido, in legno colorato con sostanze atossiche, vincitore di vari premi. Divertente e intelligente.

Reduce, il primo libro di Giovanni Lindo Ferretti. Mette insieme passato e presente, CCCP, CSI, PGR. Vicende personali e generazionali. La storia di una conversione. Bellissimo anche il libro che Ferretti ha pubblicato nel 2009, Bella gente d’Appennino, semmai ci doveste prendere gusto.

Du silence à la lumière. Un cd di canto gregoriano che raccoglie i cori di alcuni importanti monasteri maschili (Le Barroux, Silos, Ganagobie e Saint-Wandrille): un assaggio di Paradiso in Terra.

Ed ecco, di seguito, le mie risposte agli stessi quesiti che pongo.

Nell’anno passato:

1. ho pregato con più regolarità e ordine;

2. ho equilibrato meglio che in passato le esigenze di lavoro e bambini, dedicandomi più e meglio e questi ultimi;

3. ho fatto un blog (la risposta è furbetta lo so!), ma questo ha significato stabilire dei contatti, conoscere altre persone, ruminare idee  nuove…

Per il prossimo anno il mio proposito principale è concentrare l’attenzione, intesa come una luce che porta in primo piano le cose davvero importanti e in particolare:

1. attenzione al tempo (i nostri giorni sono contati e di ogni istante dovremo rendere conto alla fine della nostra vita): cercherò dunque di evitare di perdere tempo bighellonando in internet senza scopo, controllando il telefono e la posta elettronica ossessivamente, fantasticando in modo sterile. Vanno molto bene attività quali lavorare, giocare, dormire, riposare, camminare , parlare con calma con qualcuno, da evitare invece ogni attività multitasking, parlare al telefono mentre cucino, controllare le mail mentre faccio fare i compiti ai bambini… voglio imparare a fare una cosa alla volta e sempre con la massima attenzione;

2. attenzione a me: camminare a passo svelto almeno 40 minuti per 4/5 volte la settimana, dimagrire, fare esercizi per la schiena, rendere ancora più regolare la preghiera, mangiare bene e poco;

3. attenzione agli altri: cucinare cose sane per la mia famiglia, passare bei momenti con i bambini, all’aria aperta, facendo attività creative, giocando e leggendo insieme, avere tempo per le persone che mi circondano, per chi ha bisogno di essere ascoltato, per i miei genitori.

Se riuscissi a raggiungere solo una parte di tutto questo sarei già soddisfatta, magari a settembre 2011 verificherò i risultati…

21 commenti

Archiviato in famiglia, varie

21 risposte a “Di anniversari, cambiamenti e blogcandy

  1. fede

    Ciao, leggo con regolarità il tuo blog da qualche mese, e mi piace molto proprio perchè … non si parla solo di nanne-cacche-pappe, non è la vetrina di tutte le bravure e le idee da mamma-perfetta, perchè parli di spiritualità con il polso “da mamma”, insomma perchè è un blog così…

    I miei tre propositi per i prossimi 12 mesi sono:
    – dare più attenzione al momento dell’addormentamento: niente TV prima della nanna, solo belle storie, lette insieme, un racconto sulla giornata, cosa è stato bello cosa non ci è piaciuto, una preghiera di ringraziamento; fatto con lentezza e calma.
    – più accoglienza agli altri: casa aperta a chi ha bisogno di stare con noi, di parlare, di una cena in compagnia, di un caffè, anche in momenti scomodi …
    – imparare a NON GRIDARE! o almeno gridare molto molto molto meno …

    Invece i tre cambiamenti sono appena iniziati, direi ancora in corso … ma ugualmente importanti:
    – forse … sono riuscita a trovare più “tranquillità” professionale;
    – sto iniziando a capire che non posso avere il controllo di tutto, e che “amare è disordine”
    – mi sono finalmente messa a studiare chitarra!

    Però .. non sono mamma blogger! ma ti ho commentato per il piacere di vedere il tuo blog arricchirsi … Grazie!
    fede

  2. perfectioconversationis

    Ciao Fede,
    non avevo neppure pensato all’eventualità che lasciasse un commento qualcuno che non ha un blog: sono proprio una frana! Ovviamente in questo caso è sufficiente lasciare un commento per partecipare all’estrazione.
    Mi piace molto il tuo proposito di essere accogliente e mi fa sorridere quello di non gridare (chissà quante volte me lo sono riproposta…), deve essere un classico delle mamme di tutti i tempi!
    Quanti anni ha/hanno tuo/oi figlio/i?

  3. Quest’anno é stato denso di grandi cambiamenti:
    – per prima cosa ho finito l’università, sono tornata ad abitare stabilmente a casa e non più a Torino, ho finito di studiare…é iniziata la sfibrante ricerca di un lavoro!
    – questo é un cambiamento recentissimo, dell’ultimo mese..ma ho smesso di “rosicchiarmi” le unghie, cosa che odiavo am che facevo fin da bambina, con grande forza di volontà ho smesso.
    – ho aperto anche io un blog e recentemente anche una pagina di facebook
    E invece i grandi cambiamenti che vorrei fare..
    – concretizzare:ho tanti progetti in mente, ma non li realizzo.Vorrei avere più disciplina e farli:finire di scrivere il libro di racconti e trovare un piccolo editore, stampare le foto in forma di cartoline..tanti piccoli progetti creativi che devo rendere ora materiali e tangibili.
    – trovare un lavoro più o meno stabile (o anche solo un lavoro!)
    – imparare a lasciar andare il controllo, a vivere più leggera, a permettere agli altri e a me di sbagliare e di essere imperfetti la maggior parte delle volte.
    Non sarà facile, ma voglio lavorarci!
    un abbraccio

    • perfectioconversationis

      Beh, direi che il tuo è un periodo di ENORMI cambiamenti…
      Per il lavoro, temo che ormai sia la prassi passare alcuni mesi interlocutori dopo l’università, ma ti auguro di risolvere al più presto e bene la tua ricerca.
      Per le unghie: bravissima! A volte le piccole cose ci perseguitano più delle grandi.

  4. Lucia

    Posso commentare anche io, pur non essendo né mamma, né blogger (non più, almeno)?

    nell’anno passato:
    1. ho imparato a prendermi più cura di me stessa, a truccarmi il viso, perché ho capito che trascurando me stessa stavo trascurando un po’ anche mio marito;
    2. ho ricominciato a studiare per il semplice piacere di farlo;
    3. ho chiuso il mio blog, perché mi sono accorta di controllarlo in maniera quasi ossessiva per vedere se qualcuno era passato a leggerlo.

    Per il prossimo futuro:
    1. vorrei sforzarmi di mettere più consapevolezza in ciò che dico e faccio, prendendomi più tempo per riflettere;
    2. vorrei essere più costante nella preghiera, ricordandomi di ringraziare il Signore per quello che già ho, prima di chiedere ancora.

  5. perfectioconversationis

    Certo che puoi commentare, Lucia!
    Quello che dici sull’avere un blog mi ha molto colpita, perché mi rendo conto in generale che anch’io mi lascio risucchiare troppo tempo da internet, la posta, il blog, le notizie… tutte cose che sul momento sembrano importanti e che alla lunga invece si rubano interi pezzi delle nostre vite. La verità è che o riesco a trovare un migliore equilibrio, oppure potrei chiudere anch’io, anzi quest’inverno per qualche giorno l’avevo già fatto. Poi mi sono data un’altra possibilità, ma non smetto di riflettere sul punto.

  6. Pingback: Perfectio Conversationis Blogcandy « Buntglas

  7. Sybille

    Eccomi!
    Tre cambiamenti importanti nell’anno passato:

    1. Aver superato gli esami della scuola. Perché non solo John e Sando ce l’hanno fatta, ma anch’io!
    2. Aver concluso il mandato in consiglio comunale e aver preso la decisione di non ricandidare.
    3. Aver definito meglio il tipo di impegno culturale e politico a cui dedicare il tempo.

    Per il prossimo anno:

    1. Riorganizzare il lavoro da casalinga per essere piú efficiente.
    2. Trovare piú tempo per passarlo insieme a parenti, amici e amiche, conoscere persone nuove
    3. Aggiornare con piú serietá l’altro blog e dedicare piú tempo all’arte.

    Sí magari a settembre 2011 ci ricordi di verificare un po’ …🙂

  8. perfectioconversationis

    In effetti, ora che i ragazzi stanno crescendo potrebbe essere un buon momento per dedicare più tempo all’arte… Mi sembra un’idea splendida, ma anche riorganizzare il lavoro di casa può avere effetti sorprendenti (in termini di energie, spazio e tempo liberati).

  9. Il Giardiniere

    Ciao sono Catia,
    innanzitutto grazie per quest’iniziativa.
    E’ stata un’opportunità per riflettere e mettere a fuoco ciò che è successo in quest’anno e un’occasione per rinnovare dei propositi.
    Cosa è cambiato quest’anno?
    1. Mi sono diplomata istruttrice di yoga. Lo yoga ha sempre rivestito una parte importante nella mia vita (insieme alla Fede e alla mia famiglia mi ha aiutato a superare un momento veramente difficile quando sette anni fa in occasione della nascita della mia bambina ho vissuto l’esperienza del coma e una lenta ripresa psicologica).
    2. Mio marito Luca dopo tanti contrattini a tempo, ha finalmente firmato un contratto a tempo indeterminato. Una conquista che ci ha fatto riguadagnare fiducia e serenità.
    3. E’ maturata la decisione di inoltrare la domanda di adozione internazionale.

    I propositi?
    Eccoli:
    1. Cominciare a trasmettere l’antica disciplina dello yoga e continuare ad approfondirne la conoscenza.
    2. Imparare a conoscere sempre meglio la mia bambina e ad accettare tutti i lati del suo tumultuoso e a volte complicato carattere.
    3. Cercare più occasioni di silenzio.

    Grazie ancora e un caro saluto

  10. perfectioconversationis

    Avevo detto che andavano bene anche piccoli cambiamenti, ma i tuoi mi sembrano enormi, oltre che splendidi (il lavoro di tuo marito, l’adozione…).
    Per quanto riguarda il silenzio, se riesci a ricavarti qualche spazio in questo senso mi piacerebbe sapere come fai, ne ho un bisogno enorme anch’io!

    • Il Giardiniere

      Creare occasioni di silenzio non è sempre facile, è vero.
      Mi ricordo che quando Matilde frequentava la scuola materna, al mattino dopo averla accompagnata prima di tornare a casa, facevo una piccola deviazione ed entravo nella chiesa del nostro quartiere. Era appena finita la Messa e come di consueto era esposto l’ostensorio per la preghiera e la meditazione personale.
      Quel momento di preghiera avvolto nel silenzio mi riempiva di gioia e di serenità che mi accompagnavano per tutto il giorno. Mi piacerebbe riprendere quell’abitudine tenendo conto che adesso riuscirei anche
      ad assistere alla Messa feriale.
      Ma silenzio per me è anche assenza di presenze ingombranti, come quella della tv, soprattutto in momenti particolari della giornata come il mattino e durante il momento dei pasti. Infatti al rientro dalle ferie, cioè domani, la prima cosa che farò sarà eliminare la televisione in cucina. La sostituirò con una bella composizione di fiori.
      Vorrei cominciare da qui, sarebbe già tanto.

      • perfectioconversationis

        Penso che allontanare la televisione dal luogo in cui mangiate sia un’ottima scelta… i primi giorni sarà un po’ straniante, forse, ma col tempo ne sarete più che lieti, vedrai. Noi mangiamo in cucina dove non c’è neppure una radio… però devo dire che non c’è un gran silenzio, anzi, tutti sono impazienti di dire la loro: ci vorrebbe un moderatore per gli interventi come all’ONU!

  11. Cara d., c’è un sacco di carne al fuoco nel tuo blog ultimamente, e io ho avuto talmente tante cose da fare che non sono riuscita nemmeno a lasciare un piccolo commento.
    Prima di partire però devo assolutamente partecipare al tuo blog candy.
    Ecco le mie risposte:
    1. Nell’ultimo anno sono riuscita a diventare molto più organizzata e produttiva rispetto al passato, grazie a qualche lettura ben azzeccata e a semplici strumenti come la lista delle cose da fare.
    2. Grazie a questa organizzazione, e grazie al libro che avevi recensito all’apertura di questo blog un anno fa, anche io sono riuscita a dare una maggiore regolarità alla preghiera, e devo dire che quei momenti mi donano una grande pace e danno il ritmo alla giornata.
    3. Forse -ma dico forse…- sono diventata vegetariana.

    Ecco i buoni propositi:
    1. Diventare meno dipendente da Internet che mi succhia energia e tempo.
    2. Diventare meno nervosa e tentare di controllare più il mio tono di voce.
    3. Dedicare un po’ più di tempo a me stessa.

    Grazie per avermi dato l’occasione di riflettere su questi cambiamenti. Ciao!

    • perfectioconversationis

      Ciao melanele,

      il tuo proposito n.1 corrisponde al mio proposito principale… speriamo di farcela!

      Per il resto, sono lieta che il mio consiglio bibliografico sia stato utile e… buone vacanze!!!
      A presto

  12. Pingback: Reminder blogcandy o giveaway (che dir si voglia) « Perfectio Conversationis

  13. Pingback: Reminder blogcandy o giveaway (che dir si voglia) « Perfectio Conversationis

  14. Ci provo….quest’anno è stato un anno di grandi cambiamenti, anche se alcuni piuttosto dolorosi. Ma mi voglio concentrare su quelli positivi:
    1- Sono diventata mamma per la seconda volta, un evento inatteso, ma ringrazio il Signore per avermi sorpreso.
    2- Abbiamo raggiunto i 10 anni di matrimonio, tra alti e bassi della vita, siamo rimasti uniti.
    3- Mio marito ha cambiato lavoro, devo ancora capire se è stato un bene, io ho qualche perplessità in merito, visto che è più impegnato. Ma lui sostiene che è più soddisfatto.

    Buoni propositi per il futuro:
    1- Ricominciare ad andare in bicicletta con tutta la famiglia. Mi dà gioia e serenità passeggiare in bici, lungo il fiume della mia città.
    2-Fare ordine. Sono una disordinata cronica….in questo periodo più che mai. Credo sia legato al fatto che ho una confusione mentale e si ripercuote negativamente sulla casa.
    3-Affrontare con più leggerezza le sfide quotidiane che la vita mi propone. Mi sembra tutto così faticoso, ancora prima di cominciare la giornata.

    Mara.

    • perfectioconversationis

      Ciao Mara,

      un cambiamento più grande di una nuova nascita è difficilmente immaginabile!
      Per il disordine, vedrai che vale anche il contrario: una casa in ordine si ripercuote positivamente anche sull’ordine mentale, basta iniziare con un passo alla volta.

  15. Pingback: And the winner is… « Perfectio Conversationis

  16. Pingback: Un piccolo progetto di homeschooling « Perfectio Conversationis

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...