Disegni e lumache

Sabato mattina siamo stati di nuovo al Parco della Collina torinese, ormai una delle nostre mete preferite.
Il terreno era molto umido, quindi abbiamo incontrato decine di lumache e le abbiamo osservate con attenzione. Direi anzi che il terreno era umido oltre le nostre previsioni e forse avremmo potuto essere più previdenti nella scelta delle scarpe, ma ci siamo divertiti comunque. Per fortuna abbiamo approfittato dello sprazzo di sole di sabato mattina, perché poi il clima è stato ancora una volta piovoso e autunnale. Sembra di vivere in Scozia. Inoltre Giorgio si è di nuovo fatto male (conseguenza del gesso al braccio: è caduto, non ha potuto attutire il colpo con le mani, quindi ha battuto la testa), con conseguente nuovo giro di valzer al pronto soccorso (devo dire che lui ne va molto fiero e pare voglia vincere qualche record di frequenza).


Marco (6 anni): limousine e draghi
Ne abbiamo comunque approfittato per fare disegni in libertà.

Giorgio (8 anni): drago

Abbiamo usato alcuni libri per imparare a disegnare, molto semplici e da usare in autonomia (senza mediazione, o quasi, da parte mia).



Giorgio (8 anni): moto della polizia, limousine, macchina di formula uno, moto da corsa

La cosa che ho notato maggiormente è che Giorgio, il quale solitamente odia disegnare e colorare, si è molto divertito e anche concentrato nella sua attività. In realtà temo che l’avversione di Giorgio per il disegno sia stata causata da una serie di cattive abitudini didattiche che risalgono fino all’epoca dell’asilo. Giorgio ha sempre amato fare quello che lui chiama “impressionismi”: cioè disegni a mano libera, astratti o comunque molto informali, nei quali esprimere più un senso del colore e della forma che un vero e proprio tentativo di riprodurre qualcosa di reale. In questo genere di disegni riesce ad essere originale negli accostamenti di colore ed esprime una certa estetica nelle forme.
Purtroppo però all’asilo si dà una grande importanza alle schede da colorare, solitamente già disegnate da altri (e spesso fotocopiate, cosa che dà anche materialmente il senso del poco valore del foglio su cui si sta lavorando), con contorni definiti e nessun apporto personale. Riconosco che tali attività, quando sono gradite dai bambini, possono essere di aiuto per imparare a tenere le matite in mano, per imparare a colorare delle aree definite, per rispettare un margine. Il problema pare sorgere quando il bambino non ama tale attività. Spesso viene criticato e inizia a sentirsi uno che non sa disegnare, che non sta dentro i margini, ecc… fino a credere lui stesso di non essere in grado. A scuola in parte è ancora così (anche se quest’anno la maestra ha proposto di riprodurre oggetti naturali e opere di grandi artisti, cercando di focalizzare in particolare l’attenzione su alcune tecniche, quali sfumature, puntinato…) e soprattutto quest’anno a catechismo si è trattato di colorare un intero libro con pessime illustrazioni. Queste attività snervano mio figlio, un po’ per il loro aspetto ripetitivo, un po’ perché la sua mancanza di pazienza gli fa fare un lavoro qualitativamente inferiore ad alcuni compagni e lui se ne rende conto, convincendosi ancora di più di non essere capace e di non amare il disegno. Invece ieri era completamente libero di scegliere il suo soggetto, di realizzarlo comprendendone al meglio le linee di costruzione e poi di colorarlo come mezzo per aumentare l’effetto generale del disegno stesso. Lui per primo si è stupito dei suoi risultati e per la prima volta aveva l’aria soddisfatta di uno che pensa di poter essere bravo, di poter migliorare, di provare gusto per il proprio lavoro.
Marco faceva un po’ più di fatica a seguire il metodo di costruzione indicato dai libri che stava usando, ma è comunque riuscito a divertirsi e ad ottenere degli ottimi risultati per la sua età.
Caterina merita un discorso a parte, che farò forse domani (se trovo dove ha cacciato i suoi disegni e riesco a scannerizzarli).
Annunci

2 commenti

Archiviato in arte, educazione, famiglia, natura

2 risposte a “Disegni e lumache

  1. Che bella idea raccogliere qui i disegni dei tuoi bimbi! Giorgio ha tutta la mia solidarietà, ho sempre odiato colorare!

  2. molto belli i disegni! mi piace tantissimo il dragompax

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...