Il Presepe e otto teglie di biscotti


La nostra seconda domenica di Avvento è passata tranquilla e intima come volevamo.

Venerdì abbiamo fatto il Presepe, con calma e attenzione: abbiamo prima fissato lo sfondo e la base poi, con alcuni sassolini prelevati dai nostri “tesori” raccolti durante passeggiate nei boschi, abbiamo tracciato la stradina che porta Maria e Giuseppe fino a Betlemme.

Abbiamo aggiunto un laghetto per le oche, una palma e un pezzo di corteccia (sempre dai nostri outdoor findings). Melanele mi ha spiegato che andrebbe preparato prima il mondo minerale, poi quello vegetale, poi il mondo animale e solo infine andrebbero aggiunte le figure umane… e così abbiamo fatto.

Abbiamo sistemato gli animali, poi la Sacra Famiglia e i pastori… solo come tocco finale è arrivato l’angelo con la stella.

Per lo sfondo, abbiamo usato il disegno realizzato l’anno scorso da Caterina e me.

Sabato Caterina è andata al coro in parrocchia e si è poi fermata all’oratorio; stanno preparando uno spettacolo natalizio per sabato prossimo, tema: “Il perdono”.

Giorgio e Marco hanno sfidato il freddo intenso e sono andati col papà a fare acrobazie con il monopattino. Dopo cena abbiamo fatto 8 teglie di biscotti (solo Caterina ha resistito fino alla fine, abbiamo spento il forno dopo le 22!): siamo riusciti a fare dieci sacchetti di biscotti che i bambini hanno portato oggi alle loro maestre, in più ne è rimasto qualcuno che è stato prontamente spazzolato dai vari aiutanti. Abbiamo usato la nostra ricetta natalizia, ma con due piccole varianti: abbiamo leggermente diminuito la dose di cannella (i biscotti sono meno speziati e i piccoli li gradiscono di più) inoltre abbiamo diviso in due l’impasto, a metà sono state aggiunte le scorzette di arancia candite, all’altra metà delle gocce di cioccolata fondente.

Appunto per la nostra amica Emma, cuoca provetta: l’aspetto quest’anno è decisamente migliorato!

Domenica al mattino santa Messa e nel pomeriggio partitona a Monopoly, la sera abbiamo mangiato con i nonni la pizza fatta in casa.

Di tutte le cose che mi ero ripromessa di fare in Avvento manca solo l’albero (magari lo facciamo il giorno dell’Immacolata, come sarebbe tradizione)… e ancora biscotti, che spariscono in fretta!

Nei prossimi giorni abbiamo molti impegni relativi a spettacoli e festicciole varie, inoltre il 16 ci saranno i festeggiamenti per i dieci anni di Caterina, ma almeno i regali sono quasi tutti pronti e cercheremo di non sovraccaricarci troppo.

Intanto buon san Nicola a tutti, noi ieri sera abbiamo raccontato la sua storia, ma siete ancora in tempo oggi!

About these ads

3 commenti

Archiviato in famiglia, feste

3 risposte a “Il Presepe e otto teglie di biscotti

  1. Eva

    Oh, do you have the Ostheimer manger scene?

    • perfectioconversationis

      Yes, I have it since last year. I think is beautiful and sturdy (during the year the house is for our little dolls), but most of all I’m proud of our background: we have paint it with my daughter Caterina.

  2. Eva

    It’s beautiful and Merry Christmas to you!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...